Citofoni wireless, perché sono un valore aggiunto in caso di vendita dell’abitazione

Oggi tutti i dispositivi sono automatizzati, non fanno eccezione gli innovativi citofoni wireless, senza fili, parti autonome o integrate di un sistema domotico generale. Le case dotate di intelligenza artificiale con più dispositivi e sistemi interconnessi, che interagiscono fra loro, spesso includono funzioni di sicurezza e comunicazione incorporate nella tecnologia dei citofoni o videocitofoni ad uso domestico. Da ciò si evince che la funzione audio o video su un citofono domestico può essere attivata da uno smartphone o addirittura pianificata a distanza, da remoto. I citofoni domestici rappresentano un valore aggiunto per la casa, che innalza le quotazioni dell’immobile, qualora si decidesse di venderlo in futuro.

I sistemi wireless permettono anche ai proprietari di case di portare il sistema con sé se traslocano. Tutto ciò che si deve fare è imballare il ricevitore e le proprie apparecchiature wifi e all’arrivo nella nuova abitazione, è sufficiente decomprimere il dispositivo e connettersi per iniziare a utilizzarlo immediatamente. Se si ha un impianto montato a parete, rimuoverlo è facile come staccare un quadro dal muro. Resta solo un foro nel muro da stuccare e tinteggiare. Fatto ciò, a nessuno verrà mai il sospetto che quella parete abbia ospitato in passato un impianto citofonico wireless. A patto che non si decida di rimuovere tutti i cavi, invece, un sistema cablato rimarrà a casa in pianta stabile anche se si dovesse vendere. Prima di entrare nel merito dei migliori sistemi di citofono wireless che ‘popolano’ il mercato dei dispositivi ad uso residenziale, è bene sapere quali opzioni di comunicazione wireless sono disponibili nei citofoni più evoluti.

Il dispositivo più popolare è un sistema di citofono domestico cablato, che può essere più o meno costoso a seconda delle stazioni e dei ricevitori disponibili. Lo svantaggio più palese di questo prodotto è l’installazione costosa che richiede manodopera specializzata. Se già si possiede un sistema cablato a casa, si potrebbe prendere in considerazione l’idea di installarne un altro analogo quando è il momento di cambiarlo o aggiornarlo. Ma se si guarda al nuovo, non c’è dubbio che sia il wireless la scelta giusta, anche per via dell’installazione molto più semplice, in alcuni casi è sufficiente collegarlo.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.