Come scegliere un essiccatore?

Ci sono moltissimi vantaggi che scaturiscono dall’avere un essiccatore in casa. Per esempio pensiamo al fatto che potremo conservare al meglio tantissimi tipi di alimenti, per un tempo davvero lungo. Inoltre la disidratazione degli stessi impedisce che si sviluppino dei microbi. Si evita quindi l’ossidazione, che contribuisce a rovinare prematuramente il cibo. Poi dobbiamo sapere che essiccando il cibo riusciremo a concentrare al meglio il sapore dello stesso. Ne riduce il volume, e ci aiuta a fare scorte anche per mesi e mesi. È poi anche un elettrodomestico “green”: riduce l’impatto ambientale, in quanto per funzionare necessita solo di corrente elettrica ed aria. L’essiccatore è quindi la soluzione perfetta per chi ha un piccolo orto, o chi va a caccia, oppure ancora chi risparmia facendo scorte di cibo in offerta, e così via. Ma è d’obbligo anche per chi ama sperimentare in cucina, e segue le tendenze dietro ai fornelli: cucinare alimenti sottovuoto è l’ultima frontiera del food! Anche se non tutti ne possiedono uno l’essiccatore sta incontrando sempre più il favore di molte famiglie. Se anche tu stai pensando di acquistarne uno non perderti questo articolo dedicato sugli essiccatori per alimenti migliori!

Prima di scegliere il modello di essiccatore che fa al caso nostro dobbiamo capire che tipo di prodotto ci serve. Ce ne sono infatti di varie tipologie, e si distinguono in base alla modalità con cui l’aria calda viene orientata. Per esser più precisi possiamo avere degli essiccatori orizzontali o verticali, a seconda di come finisce il flusso d’aria.

  Gli essiccatori orizzontali hanno un elemento riscaldante (che genera il calore utile per iniziare il processo) e un ventilatore (che invece fa circolare l’aria riscaldata) posizionati sul retro del dispositivo. Questi modelli distribuiscono meglio l’aria calda, e ci permettono di collocare alimenti su ripiani diversi (per non mischiare sapori e odori). Sono comunque apparecchi ingombranti.

  Quelli verticali invece si distinguono per la presenza di tali elementi nella parte inferiore della struttura. Sono i modelli economici, e sono perfetti per chi si avvicina a questo prodotto per la prima volta.

Non esiste una tipologia migliore dell’altra: entrambe hanno pro e contro. Bisogna capire quali sono le nostre esigenze, e l’uso che andremo a fare dell’apparecchio.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.