Miglior asciugatrice?Ecco come sceglierla

Vi sarà di certo accaduto di ritrovarvi con un indumento lavato e pulito che odora di umidità. Questo sta a significare che il capo non è stato asciugato sufficientemente bene.
Questo fenomeno può essere imputato a molteplici ragioni: un ciclo di lavaggio in lavatrice non adeguato, o l’asciugatura, specie nella cattiva stagione, in un ambiente piccolo e inadeguato, che può portare l’umidità a ristagnare nella stanza stessa.
Nella brutta stagione questo può verificarsi con frequenza: asciugare i capi in modo naturale, sia dentro casa che all’aperto, può richiedere tempo e restituire cattivi risultati.

Ma questo fenomeno è destinato a non verificarsi più. Si, perchè l’asciugatrice ovvia a questo problema, permettendoci un’asciugatura veloce e perfetta dei nostri capi, risparmiando in termini di tempo e spazio.
Questo straordinario elettrodomestico è indicato anche per coloro che vivono in abitazioni poco soleggiate o poco spaziose, dove l’ingombro dello stendino può rappresentare una scomodità.

Nella guida di seguito troverete alcuni buoni consigli in merito alla scelta della migliore asciugatrice che fa per voi.

Come scegliere l’asciugatrice?

Come per altri apparecchi, non vi è un modello migliore degli altri in termini assoluti, ma dobbiamo valutare le nostre esigenze, sulla base delle quali faremo l’acquisto.

Valutiamo prima di tutto un criterio, iniziando dallo spazio a disposizione.
In commercio esistono sia modelli compatti che di dimensioni standard, a seconda dello spazio a disposizione.
Un altro criterio riguarda la modalità di produzione di calore necessaria ad asciugare il bucato.
I sistemi principali sono due: a condensa (in cui il calore viene generato da una resistenza elettrica e il vapore prodotto raccolto in un serbatoio) e quello a pompa di calore (in cui il calore è generato da un compressore).

Asciugatrice: alcuni consigli prima di scegliere

L’asciugatrice che acquisteremo deve disporre della stessa capacità di carico della nostra lavatrice, per cui prestiamo attenzione alla capienza dell’elettrodomestico che scegliamo.
Se la nostra è una famiglia numerosa, sceglieremo un modello più capace.

Quanto ai consumi valutiamo attentamente la classe di efficienza energetica dell’apparecchio: se possibile affidiamoci ad una macchina di “fascia A“. Inoltre, anche se le asciugatrici a pompa di calore sono più costose, notoriamente assicurano consumi energetici più contenuti.

Infine, valutiamo le funzioni e i programmi presenti nel modello di asciugatrice che stiamo acquistando. Vi sono infatti programmi specifici per taluni tessuti, così come modelli con la funzione “stiratura“, in grado di ridurre le pieghe per quei capi che durante il lavaggio tendono a stropicciarsi di più rispetto ad altri.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.