Quanto consuma un tostapane?

Può capitare di tornare a casa in seguito ad una giornata di lavoro e non avere per niente voglia di mettersi ai fornelli per la preparazione della cena, e allora si potrebbe ricorrere ad un gustoso toast.

Come scegliere un tostapane in base al consumo energetico.

Molto spesso, capita di vedere in tv toast con ripieno al prosciutto e formaggio filante e viene sempre voglia di dare un morso a quella particolare prelibatezza dorata a strisce alternate, ma si è impossibilitati a prepararli perché non si ha in casa un tostapane.

Gran parte delle volte non so si ha a disposizione, perché ritenuto un aggeggio futile ed anche costoso per quanto concerne il dispendio energetico e del relativo peso che potrebbe avere sulle temute bollette.

In commercio ci sono molti modelli di tostapane, come ogni prodotto esistono tostapane per ciascuna fascia di prezzo, colore, forma e pure funzionalità.

Il prezzo di un tostapane farà certamente la differenza sia in termini qualitativi che in relazione alla quantità energetica che consumerà e quindi al suo peso sulle bollette.

Ovviamente ci sono tipi di tostapane per ciascun tipologia di tasche. Ci sono difatti, tostapane da 20€ e tostapane che vanno ad aggirarsi intorno ai 200€. In tal caso il prezzo farà la differenza sia appunto in termini di quantità che di qualità.

Naturalmente non si dovrà comprare per forza un tostapane da 400€, perché potrebbe sembrare una follia spendere una cifra del genere per un elettrodomestico soltanto per poter risparmiare pochi euro sulla bolletta. Prima di comprare uno di tali prodotti occorrerà pensare all’utilizzo che se ne vorrà fare e soprattutto la frequenza di uso.

Se si pensa di mangiare uno oppure due toast al mese, è consigliabile acquistarne uno di bassa fascia,  se invece si pensa di farne un uso frequente, si potrà anche considerare l’acquisto di un tostapane maggiormente costoso e performante.

I tostapane più performanti godono di una  maggiore potenza e consumano meno a differenza di quelli che godono di una minore potenza.

Questo perchè un tostapane da 1900W impiegherebbe meno tempo per scaldare le resistenze della griglia e allora per poter tostare le fette di pane. Invece un tostapane da 500W impiegherà certamente maggiore tempo nello scaldare le griglie e allora le fette di pane.

La fascia di prezzo indicata servirà per poter dare una generale idea del loro effettivo consumo.

Un tostapane di bassa fascia andrà a consumare certamente più di un prodotto di alta fascia.

I tostapane considerati hanno una media potenza di 830W, come potete vedere in questo articolo.

 

 

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.